Home Politica Mdp e SI chiudono al PD. Fassino rammaricato. Grasso non scioglie riserva....

Mdp e SI chiudono al PD. Fassino rammaricato. Grasso non scioglie riserva. Renzi: no alle larghe intese

5291
0
SHARE
Partito Democratico

Il ponte del pontefice Piero Fassino non regge. A sinistra si consuma lo strappo tra il PD di Renzi e la sinistra con a capo MDP Articolo 1 di Bersani.

A rivelarlo è Giulio Marcon di Sinistra Italiana che al termine dell’incontro di Mdp-Si col Pd a Montecitorio ha dichiarato: “Il tempo è scaduto. Non c’è margine per un’intesa. Il 3 dicembre lanceremo una lista unitaria con Mdp-SI-Possibile e auspico che il nostro leader sarà Grasso”.

“Non voglio tirare per la giacca il Presidente del Senato- spiega ancora Marcon riferendosi al Presidente del Senato Grasso – ma sarebbe un ottimo leader per la nuova sinistra che stiamo costruendo”. “Le differenze sono su temi di fondo, sulla vita delle persone:lavoro, sanità,tasse”,aggiunge Maria Cecilia Guerra, capogruppo Mdp.

Non nasconde il suo rammarico Piero Fassino che all’intesa avrebbe voluto approdare: “Non capisco perché precludersi il confronto”, ha commentato l’ex sindaco di Torino “rammaricato” per la chiusura della sinistra al Pd – “Abbiamo presentato una proposta vera per una convergenza sul lavoro misure integrative sul jobs act per rendere più conveniente il contratto a tempo indeterminato, maggiore tutela in caso di licenziamento, il raddoppio delle risorse per il reddito di inclusione, aumento risorse per il fondo sanitario”. Inoltre – ha aggiunto -abbiamo confermato l’impegno per la legge su ius soli e fine vita”. Continueremo con le altre forze.

Matteo Renzi intanto chiude alle larghe intese di governo verso destra: “Vogliamo andare al governo con la nostra coalizione: Berlusconi è il leader del partito d’opposizione e non ha mai votato la fiducia ai nostri governi” ha dichiarato – “Eviterei salti tripli- spiega -stiamo lavorando alla squadra, le coalizioni, i programmi e poi i candidati”. Vogliamo vincere le elezioni-afferma ancora il segretario del PD – Forza Italia ha la metà dei nostri voti”.

Renzi si dice pronto anche ad un confronto faccia a faccia in televisione con Silvio Berlusconi.

Grasso da parte sua non scioglie la riserva ed il suo portavoce fa sapere che “Come già ribadito in altre occasioni il presidente Grasso non ha sciolto alcuna riserva in merito al suo futuro. Notizie e dichiarazioni in un senso o nell’altro vanno lette come auspici dei singoli e non interpretano il suo pensiero e le sue decisioni. Quando queste saranno prese sarà lui stesso a comunicarlo”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here