You are here
Home > Salute > 14 novembre – Giornata mondiale del diabete: il Battistero si illumina di blu

14 novembre – Giornata mondiale del diabete: il Battistero si illumina di blu

Appuntamento alle 18,30 in piazza Duomo per l’evento promosso dall’Ospedale pediatrico Meyer e dalla sua Fondazione

Firenze – Per cinque giorni, il Battistero si tinge di blu. L’illuminazione di tre delle facciate di uno dei monumenti simbolo della città di Firenze e della sua storia è il modo con cui, anche quest’anno, l’Ospedale pediatrico Meyer e la sua Fondazione hanno voluto aderire alla Giornata del diabete, che si celebra in tutto il mondo il 14 novembre. La suggestiva illuminazione blu – colore simbolo di questa patologia in costante crescita, anche tra bambini e giovanissimi – si accenderà il 14 novembre alle 18,30 e resterà in funzione fino alla mezzanotte di venerdì 18 novembre. E le luci, sempre blu, coloreranno anche la facciata e i corridoi esterni dell’Ospedale pediatrico fiorentino.

Il diabete di tipo 1 registra, ogni anno, un aumento di oltre il 3% dei casi, con una progressiva diminuzione dell’età della diagnosi. E la Toscana non fa eccezione. “Ogni anno – spiega Sonia Toni, responsabile del Centro regionale di Diabetologia pediatrica del Meyer – in Toscana ci sono circa cento nuovi casi di diabete di tipo 1 in età pediatrica. Per questi bambini e le loro famiglie, spesso, si tratta di una realtà difficile da accettare. Ma con il diabete si può vivere bene, basta conoscerlo e imparare a gestirlo. E non ci stanchiamo mai di ripetere che arrivare a una diagnosi precoce è fondamentale: ci sono segnali, nei bambini, che genitori e pediatri non devono sottovalutare”.

Anche il diabete di tipo 2 sta conoscendo un aumento esponenziale: si stima che nel mondo siano oltre 250 milioni le persone con questa patologia e in tanti non sono consapevoli di averlo. “Per combattere questa patologia abbiamo due armi a disposizione – ricorda Sonia Toni – un’alimentazione corretta e uno stile di vita attivo, non sedentario”.

Di qui la necessità di informare l’opinione pubblica e di accendere i riflettori sui rischi di questa patologia.

L’Ospedale Meyer, consapevole della necessità di sensibilizzare l’opinione pubblica su questo importante tema di salute, celebra questa ricorrenza. Ogni anno, un evento diverso: l’illuminazione della facciata, il lancio di palloncini, l’organizzazione di convegni e tavole rotonde. Questa volta l’appuntamento si sposta nel cuore della città, in piazza Duomo. In piazza, oltre ai rappresentanti istituzionali, saranno presenti anche tanti bambini seguiti dal Centro di Diabetologia pediatrica del Meyer, punto di riferimento per la Toscana e non solo, e tante associazioni di pazienti.

“La Regione Toscana è molto impegnata in un percorso di tutela delle persone con diabete – è la dichiarazione dell’assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi – per garantire la disponibilità del massimo delle risorse tecnologiche, nel rispetto dell’appropriatezza prescrittiva e della sostenibilità economica, sia per quanto riguarda il diabete di tipo 1, che è la patologia cronica endocrinologica più frequente nell’età evolutiva, che per il diabete di tipo 2. Quest’ultimo, associato a obesità, sovrappeso, stili di vita scorretti, sta diventando una vera e propria epidemia, che non colpisce più solo gli adulti, ma si sta estendendo anche ai bambini e ai giovani. Per questo come Regione siamo sempre più impegnati sul fronte della prevenzione, della promozione della salute e con l’organizzazione delle cure primarie”.

Il viaggio di “Settembre”. Intanto “Settembre”, il documentario firmato dal regista Duccio Chiarini e lanciato lo scorso anno dal Centro Studi della Fondazione Meyer, raccoglie i primi successi. La storia dei quattro adolescenti con il diabete di tipo 1 ha conquistato un premio del ViaEmiliaDocFest, il primo festival italiano online del cinema documentario. Martedì 15 novembre un brano del documentario sarà proiettato presso il Senato della Repubblica. Il lungometraggio è stato selezionato anche per partecipare a un importante festival finalndese dedicato al cinema per bambini e ragazzi.

Similar Articles

Lascia un commento

 
Top